I trent’anni degli alpini di Barcon

Il Gruppo Alpini di Barcon ha festeggiato con il sindaco Paolo Quaggiotto, alpino pure lui il trentennale di fondazione del gruppo locale.  Un traguardo storico.

Barcon è uno dei più vecchi gruppi costituiti della provincia di Treviso e del Veneto.
100 penne nere hanno sfilato per il paese. Ad accompagnare la festa la Banda di Montebelluna che ha accompagnato il corteo fino al monumento ai Caduti di Barcon dove l’alzabandiera ha aperto le celebrazioni. Con il sindaco ha sfilato anche il presidente della sezione Alpini di Treviso, Luigi Casagrande.

«E’ un traguardo storico e importante per Barcon – ha sottolineato il sindaco Paolo Quaggiotto – trent’anni di alpini in questa frazione hanno dato la possibilità di respirare da vicino la tradizione alpina che da sempre si contraddistingue per quei valori come la solidarietà, la pace, la libertà, la democrazia e l’uguaglianza».

Portatrici di questi valori, sono state molte figure che nell’occasione sono state ricordate e premiate. A cominciare dai quattro fondatori: Angelo GazzolaGiovanni GattoPrimo De Marchi e Caterina Berti che nel 1975 fu madrina della fondazione del Gruppo, riconoscimenti anche a Giovanni TempestaAnacleto Tommasini e Ivano Piva. Premi, per il ruolo che rivestono nella società di Vedelago, sono andati a Nicola Di Santo presidente Credito Trevigiano, al comandante dei Carabinieri di Vedelago Colasanzio, al comandante della Polizia Locale Andrea Camatta e al sindaco-penna nera Paolo Quaggiotto.

Fonte: Dario Guerra, La Tribuna di Treviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *